Bando "Bonus sociale servizio idrico integrativo anno 2018"

Pubblicato Giovedì, 31 Maggio 2018
Data di scadenza Sabato, 07 Luglio 2018

Presentazione domande fino al 7 Luglio.

A partire dalla data del presente bando e fino al 7 luglio 2018 i residenti nel Comune di Rufina possono presentare domanda per chiedere l'assegnazione di rimborsi economici della tariffa del servizio idrico esclusivamente per l'abitazione di residenza.

 

Per scaricare il Bando clicca qui !

Per scaricare la Domanda di ammissione al Bando clicca qui !

 ART. 1 - REQUISITI

1.1 Residenza nel Comune di Rufina;

1.2 Titolarità di fornitura domestica residente individuale o nel caso di utenze aggregate (es. condominiali) residenza presso il corrispondente indirizzo di fornitura;

1.3 possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE Ordinario), in corso di validità, del nucleo familiare, calcolato ai sensi del DPCM 159/2013 e ss.mm.ii. non superiore ad € 14.500,00 o, in alternativa, non superiore ad € 16.500,00 purché in presenza di una delle seguenti condizioni:

a) nucleo familiare numeroso composto da almeno 5 persone;
b) nucleo familiare composto esclusivamente da ultrasessantacinquenni;
c) nucleo familiare in presenza di persone con attestazione di handicap o con invalidità uguale o superiore al 67%.

In caso di ISEE pari a 0 (zero) l’ammissibilità della domanda è possibile soltanto in presenza di autocertificazione circa la fonte di sostentamento da parte del soggetto interessato o di chi presta l’aiuto economico.

 

ART. 2 - FORMAZIONE GRADUATORIA

La graduatoria degli aventi diritto sarà definita assegnando la priorità al valore Isee più basso.
Al solo fine dell'inserimento in graduatoria agli aventi diritto che possiedono i requisiti di cui al precedente art. 1 - punto 1.3 - lett. a) b) c), sarà considerato il valore Isee abbattuto di € 2.000,00.

A parità di valore Isee il contributo sarà assegnato secondo l'ordine crescente del numero di protocollo attestante la presentazione della domanda.

La collocazione in graduatoria non comporterà automaticamente diritto all'erogazione del contributo riconosciuto.

 

 ART. 3 - AMMONTARE DEL RIMBORSO

1. Ai beneficiari potrà essere erogato un rimborso nella misura massima del 70% dell'importo relativo al consumo idrico relativo all'anno 2017, opportunamente documentato. Qualora, applicando la quota di riduzione del 70%, si verificassero delle economie si provvederà a ridistribuirle incrementando la percentuale della riduzione fino ad esaurimento delle risorse assegnate al Comune.

2. Qualora il fondo assegnato dall'Autorità Idrica Toscana, pari ad € 19.491,65, non consenta di coprire tutto il fabbisogno, calcolato sulla base della spesa sostenuta dai richiedenti, sarà concesso un rimborso diverso dal 70%, applicando un abbattimento della percentuale di pari importo a tutti gli aventi diritto, tenuto conto dell'ammontare complessivo della spesa sostenuta dai richiedenti e dei fondi disponibile e comunque fino ad un minimo di rimborso non inferiore al 33%.

3. Qualora anche in quest'ultimo caso le risorse assegnate non fossero sufficienti, il rimborso sarà erogato nella misura minima del 33%, rispettando l'ordine della graduatoria, fino ad esaurimento delle risorse.

 

ART. 4 - TERMINI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di partecipazione al presente bando dovranno essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dall’Ufficio AA.GG. e Servizi Socio Educativi del Comune di Rufina che saranno distribuiti presso il medesimo Ufficio o presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P) del Comune di Rufina. La modulistica sarà scaricabile anche dal sito internet del Comune: www.comune.rufina.fi.it.
Le istanze, debitamente sottoscritte, dovranno essere corredate da tutta la necessaria e idonea documentazione ed essere presentate presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P) del Comune.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato per il giorno 7 luglio 2018.


ART. 5 - AUTOCERTIFICAZIONE DEI REQUISITI

Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/00 il richiedente può ricorrere all'autocertificazione dei requisiti richiesti dall'Art. 1 del presente bando, utilizzando l’apposito modulo per la presentazione della domanda.

 ART. 6 - CONTROLLI E SANZIONI

Ai sensi dell'art. 71 del D.P.R. n. 445/00 e dell'art. 6 comma 3 del D.P.C.M. n. 221/1999 spetta all'Amministrazione Comunale procede ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Ferme restando le sanzioni penali previste dal T.U. n. 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione sostitutiva, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
L'Amministrazione comunale agirà per il recupero delle somme indebitamente percepite, gravate di interessi legali.

ART. 7 - RICORSI

Contro l'atto amministrativo di approvazione della graduatoria amministrativa è possibile presentare ricorso al Tar entro 60 giorni o alternativamente entro 120 è possibile presentare ricorso al Presidente della Repubblica.

ART. 8 - INFORMATIVA IN MATERIA DI PROTEZIONE DATI PERSONALI

1. Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/03 i dati personali raccolti con le domande presentate ai sensi del presente bando saranno trattati con strumenti informatici e utilizzati nell'ambito del procedimento per l'erogazione dell'intervento secondo quanto stabilito dalla normativa. Tale trattamento sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza. L'utilizzo dei dati richiesti ha come finalità quella connessa alla gestione della procedura per l'erogazione dell'intervento ai sensi del presente bando e pertanto il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio.
2. Il Responsabile del procedimento e del trattamento dei dati è individuato nel signor Tiziano Lepri Responsabile dell’Area AA.GG. e Servizi Socio Educativi.
3. L'interessato potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. n. 196/03.

Ultimo aggiornamento: Lun, 18/06/2018 - 11:09